Ryanair voli cancellati: serve confronto Enac e Ministero Trasporti, dice Unc

Cornelia Mascio
Settembre 21, 2017

L'Enac ha prontamente risposto "di avere verificato che c'è una discrepanza nel sito web di Ryanair tra l'informativa dei voli cancellati, nella quale si fa riferimento a 7 giorni lavorativi e il richiamo al Reg. 261/2004 nel quale invece è scritto solo 7 giorni" e che "nell'ambito del monitoraggio che l'Enac sta effettuando sulle criticità, anche questa discrepanza verrà segnalata al vettore". A definire inaccettabili i numeri che emergono dalla lista pubblicata sul sito della compagnia irlandese, è l'Unione Nazionale Consumatori.

"E' inaccettabile che in Italia si cancellino la bellezza di 702 voli, ossia il 35% di quanti hanno annunciato di voler tagliare in tutto il mondo, pari a 2000 voli", afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. Che sia considerato meno importante?

Di seguito le tutele previste per chi viaggia in aereo in base alla Carta dei diritti del passeggero dell'Enac: il passeggero ha diritto ad un rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata, oppure ad un altro volo il prima possibile o in una data successiva più conveniente per lui, in condizioni di viaggio comparabili. Il ministero deve agire e compiere atti formali.

"Non bastano, infatti, le dichiarazioni del ministro Delrio".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE