GFVip: il post al vetriolo di Selvaggia Lucarelli sui Rodriguez

Brunilde Fioravanti
Ottobre 13, 2017

Anche Selvaggia Lucarelli ha voluto dire la sua sul caso Weinstein: il noto produttore di Hollywood è stato accusato da diverse attrici di Hollywood di aver abusato di loro.

Ciò che fa riflettere, però, è che l'accusa di Selvaggia Lucarelli contro Asia Argento ha trovato il consenso di numerosi internauti - molti dei quali donne - e, in particolar modo, anche di Vladimir Luxuria che sulla questione Weinstein è intervenuta con una serie di tweet sul suo profilo social.

"Ora. Francamente. Vai a letto con un bavoso potente per anni e non dici di no per paura che possa rovinare la tua carriera".

"La sorella famosa, invitata a giustificare il tuo carattere di m*****, fa un'arringa irresistibile, ovvero: "Eh, io sono venuta in Italia poi la sorella più piccola quindi lui non so, si rimprovera di non farcela e quindi non è facile, quindi lui, i miei, Emma Marrone, le lucertole, Beppe Convertini, la lavanderia a secco, boh", continua Lucarelli nel post, sottolineando la differenza di trattamento avuti con Giulia De Lellise Marco Predolin, che ha dovuto lasciare il reality". Nessuno ti giudica, Asia Argento.

Se sei una coatta di 20 anni uscita da Uomini e donne e dici delle cazzate omofobe, vieni definita feccia ignorante e a momenti si chiede la tua infibulazione in diretta.

Anche Vladimir Luxuria non ci è andata leggera con Asia Argento, criticando apertamente su twitter la decisione della figlia d'arte di aspettare 20 anni per denunciare gli abusi e di aver lavorato con Weinstein dopo la violenza. Se non l'avesse fatto, denuncia l'attrice, Weinstein avrebbe rovinato la sua carriera. "Eppure si reggeva su due idee così forti: i 50 anni di Fabio De Luigi e il nuovo libro di Dario Franceschini", scrive la blogger. "Evidentemente non sei mai stata violentata, non hai mai provato terrore e vergogna". "Dici bene: le tue erano proposte NON forzate".

Momento difficile, quindi, per Fabio Fazio, che non è stato risparmiato neanche dai commenti sarcastici di Selvaggia Lucarelli per i risultati di Che tempo che fa.

Ma Luxuria ha continuato: "Ci hai fatto un film con uno che ti ha violentata?" "Il film, girato un anno e mezzo dopo la violenza sessuale denunciava il trauma che ho vissuto nei minimi dettagli", "Io non avrei mai accettato di farmi produrre dal mio aguzzino", è stata la risposta di Luxuria, che ha aggiunto: "Chi accetta di fare sesso in cambio di un favore da maggiorenne non è stupro ma altro...".

"A tutti gli italiani che mi chiamano prostituta dopo quello che è successo: è colpa di persone come voi se le donne hanno paura di parlare", ha cinguettato poi l'ex conduttrice di Amore Criminale.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE