Stupro Villa Borghese, l'aggressore inchiodato dal Dna

Remigio Civitarese
Ottobre 13, 2017

Il test del Dna ha dato il risultato che ormai tutti aspettavano: Cristi Popa è lo stupratore di Villa Borghese. Cristi Popa, il giovane romeno arrestato il 6 ottobre scorso per aver aggredito una prostituta sulla Salaria, sarebbe il responsabile della violenza avvenuta a settembre nel parco romano: è il DNA a dirlo.

Gli investigatori della IV Sezione della Mobile, coordinati dalla dottoressa Nunzia Alessandra Schilirò, avevano da subito collegato le modalità con cui erano state brutalizzate le donne in via Salaria con l'episodio di Villa Borghese.

Le indagini comunque vanno avanti per capire se Cristi Popa abbia commesso anche altre violenze. Almeno un profilo è compatibile con il codice genetico di Popa che per questa vicenda è indagato a piede libero dalla Procura di Roma per violenza sessuale, rapina e sequestro di persona.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE