Allan: "Il City? Ora pensiamo alla Roma"

Paola Ditto
Ottobre 14, 2017

E anche l'Inter ha investito. Parole anche per quella tanto desiderata convocazione in Nazionale brasiliana, nonché su Sarri. Noi stiamo bene, ma riconosiamo il loro grande valore. Sarà un match bellissimo, ne sono convinto.

SCUDETTO: "Juve è la favorita". Noi e la Roma però ci siamo avvicinati. Cè ancora tanto da giocare, a marzo si vedrà dove siamo e dove possiamo arrivare”. Questo Napoli è uno spettacolo e il merito è suo. Guardo tutto in televisione e non ho trovato di meglio. "Poi può darsi che mi sbagli, ma ci divertiremo col City". Con Guardiola è tra i più bravi al mondo, dico di più: "tra i primi cinque allenatori in circolazione". "Napoli m'ha portato a livelli eccezionali, ma ho ancora molto da cogliere". Un sogno, come quello di vincere il campionato, tutt'altro che irrealizzabile: "Il Napoli mi ha trascinato nell'elite del calcio, penso di aver raggiunto un livello tale che posso avere la legittima aspirazione alla convocazione".

Il resto è il calcio, che certo non sta di fianco ai margini di un'esistenza vibrante, nell'altruismo che va riconosciuto a un mediano, l'indomito ed indomabile servitore del talento che (in genere) sta a fianco e che nelle 93 partite partenopee hanno trasformato un gregario in un simbolo a modo suo rivoluzionario.

Allan ha sempre dimostrato di meritarsi la maglia da titolare sia nel Napoli, sia ai tempi dell'Udinese. "Spero di riuscire a convincerlo".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE