La Normale di Pisa si trasferisce a Napoli: apertura prevista nel 2018

Modesto Morganelli
Ottobre 19, 2017

Ancora però di date non se ne parla: serve una sede e servono dei finanziamenti.

Il Rettore Vincenzo Barone della Scuola Normale di Pisa ha lanciato un'idea resa nota durante il discorso d'inaugurazione per il nuovo anno accademico: "Apriamo a Napoli".

"Io penso che la Scuola Normale debba seminare qualcosa di duraturo nel Sud".

Secondo il direttore della Normale, l'Università Federico II di Napoli possiede "ambiti disciplinari di livello, in cui gli allievi selezionati potranno trovare competenze e nozioni adeguate ad integrare la preparazione richiesta nei nostri corsi interni". Il reclutamento di matricole avverrebbe con la stessa modalità già utilizzata alla Normale di Pisa: gli studenti dovranno superare un test d'ammissione per poter accedere sia ai corsi di laurea della Federico II sia a quelli tenuti dai docenti della Normale, con la possibilità di poter ricevere anche delle borse studio, destinate agli studenti più meritevoli. "Ci sarà senz'altro un percorso dedicato alla Blue economy, l'economia del mare - rivela il direttore - settore che coinvolge materie trasversali". Lo stesso si può dire per gli altri due percorsi che ci siamo immaginati: quello sul rischio nella sua accezione più vasta (ambientale, edilizia e non solo), e quello sui beni culturali digitali. Il rischio di entrare in competizione sembra quindi scongiurato: "Non voglio una dépendance della Normale a Napoli, ma dei cugini indipendenti - sottolinea Barone - penso che questo nuovo esperimento debba poggiarsi interamente sulle proprie gambe e camminare da solo". L'ostacolo più grosso sono proprio i fondi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE