Stupri di Rimini, processo con rito abbreviato per Butungu

Remigio Civitarese
Ottobre 19, 2017

Per Guerlin Butungu rito abbreviato allo stato degli atti, sei parti civili ammesse e prosecuzione del processo direttissimo al 10 novembre. Il Tribunale di Rimini ha poi accolto la richiesta della difesa di procedere tramite rito abbreviato. L'udienza è stata preceduta, fuori dal Palazzo di Giustizia riminese, da una manifestazione del Movimento dalla parte delle donne e delle Vittime.

Il 20enne - come dai capi di imputazione - risponderà in abbreviato, usufruendo dello sconto di pena di un terzo previsto per legge, di violenza di gruppo sulla turista polacca e la transessuale peruviana, della rapina ai danni del turista polacco, amico della ragazza violentata in spiaggia sempre la notte del 26 agosto, di rapina e violenza sessuale nei confronti di una turista il 12 agosto scorso, e delle rapine ai danni di due ragazzi italiani. Alcuni attivisti sono state identificati dalla Polizia presente nella struttura. La Corte si è quindi ritirata per esaminare i nuovi documenti. Dopo mezzora di Camera di Consiglio è stato ammesso il rito direttissimo, che per l'imputato può significare la riduzione di un terzo della pena. La coppia polacca non dovrebbe a questo punto essere più essere sentita in Tribunale. Butungu sarà processato con rito abbreviato per tutti e dieci i capi di imputazione a lui contestati.

Inizialmente, il Tribunale aveva disposto il rito direttissimo per le lo stupro, la rapina e le lesioni nei confronti dei due turisti polacchi e la trans peruviana. "Perché per chi ha l'onere e onore di governarci, questi non sono temi importanti".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE