Udinese-Juventus, Delneri: "Hanno giocatori importanti, ma noi useremo le nostre armi"

Paola Ditto
Ottobre 22, 2017

Fofana, invece, dovrebbe giocare. "Devo ancora scegliere chi scenderà in campo ma credo che l'unico modo che Fofana ha per ritrovare la condizione sia giocare". Come si è creato il gruppo nel passato, si creerà anche quello del futuro. Penso Fofana giochi, Lasagna non lo so. Per noi è un ragazzo con caratteristiche importanti. Però noi dobbiamo pensare alla nostra partita, loro sono votati all'attacco. "Dovremo giocare come lo scorso anno puntando molto sul lavoro fisico". Il francese si aggiunge, così, all'elenco degli assenti che comprende De Sciglio, Benatia, Pjaca, Howedes e Sturaro.

Una vecchia colpe del calcio non svela le sue decisioni se non all'ultimo momento. Si fanno i ritiri secondo me quando è giusto farli, quando ci sono partite importanti. "Per me è stato un onore allenarlo". Ha cambiato la visione di un ruolo, è stato l'artefice principale del cambiamento strutturale del portiere- ha commentato - Ha dimostrato di come si può essere un attaccante pur giocando in porta. "Ha acquisito maggiore aggressività nel suo ruolo di terizno, quello che occuperà qui a Udine". Penso che abbia le caratteristiche giuste per fare un buon campionato. L'anno scorso siamo arrivati a questa partita con tante sconfitte, su 8 partite avevamo fatto 3 o 4 punti. "Non dobbiamo fare sempre obiettivi punitivi". "Samir sta facendo progressi sul campo".

Come sta l'Udinese alla vigilia del match contro la Juve? "Abbiamo le caratteristiche per fare la partita ogni domenica, ma dobbiamo fare del tutto gruppo". "Non abbiamo fatto il ritiro perchè abbiamo pensato che non ce ne fosse bisogno, ci siamo parlati con la società e abbiamo scelto la strada migliore per ottenere il massimo dei risultati". Noi abbiamo una squadra con molti giocatori nuovi. La Juve manterrà il pallino della partita, dovremo essere bravi reggere l'impatto. L'organizzazione dipende dalle qualità dei giocatori. Lui deve essere un esempio anche per i più giovani. Perché non si presenti impreparata all'appuntamento con la Signora, è stata proprio la difesa ad essere curata in maniera particolare da Delneri, che ieri ha preso tutti gli uomini del reparto - Widmer, Larsen, Angella, Danilo, Nuytinck, Bochniewicz, Samir, Pezzella e Alì Adnan - e li ha catechizzati a dovere.

Gli altri in dubbio: "Danilo c'è. Tutti i convocati possono giocare, solo chi non è convocato è sicuro di non giocare".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE