Firme false Pd, certificate falsità

Remigio Civitarese
Novembre 14, 2017

Il tribunale civile di Torino ha accertato la falsità di alcune delle firme che accompagnarono la presentazione di liste pro Sergio Chiamparino alle ultime regionali. La causa era stata avviata in seguito a una querela per falso presentata da alcuni elettori. Spetta adesso al Tar verificare la regolarità della lista e decidere sulla decadenza dei consiglieri Pd.

Lo scorso 4 maggio, dopo una lunghissima camera di consiglio, i giudici amministrativi avevano sospeso il giudizio sulla decadenza dei consiglieri Pd proprio in attesa della decisione del tribunale civile. Tuttavia, la sentenza del Tar dovrebbe a questo punto essere solo una formalità per gli otto consiglieri del Pd che rischiano la decadenza, ovvero Davide Gariglio, Gianna Pentenero, Mauro Laus, Nino Boeti, Raffaele Gallo, Daniele Valle, Andrea Appiano ed Elvio Rostagno. Molte le sottoscrizioni che sono risultate falsificate ma un modulo, il numero 2, che è autentico per due terzi, è sufficiente per chiudere la vicenda.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE