Tamajo davanti ai magistrati. Sceglie la linea del silenzio

Remigio Civitarese
Novembre 14, 2017

Sicilia: deputato Tamajo indagato non risponde a pmIl neoeletto deputato regionale Edy Tamajo, accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale, citato oggi per un interrogatorio dalla Procura di Palermo, che nei giorni scorsi gli ha notificato un invito a comparire, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Tamajo e' il piu' votato nella provincia di Palermo, con 13984 preferenze ed e' il terzo in Sicilia per numero di consensi riportati. Ad accompagnarlo gli avvocati Giovanni Castronovo e Nino Caleca. A loro si deve la scelta tecnica di non rispondere.

"Avrei preferito rispondere - ha dichiarato Tamajo ai giornalisti uscendo dall'ufficio del procuratore aggiunto - ma accetto l'imposizione dei miei legali che mi hanno consigliato di restare in silenzio". L'accusa contro di lui e' di avere pagrato 25 euro per ogni voto che avrebbe comprato. Nulla di illecito secondo la difesa, ma un semplice calcolo di probabilità anche in vista del superamento dello sbarramento elettorale della lista di Sicilia Futura che ha candidato Tamajo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE