Donnarumma, il futuro del portiere tra Milan e Nazionale

Paola Ditto
Novembre 15, 2017

Ecco le sue parole, in lacrime, al termine della gara di San Siro contro gli scandinavi: "Dispiace per il movimento, non per e, abbiamo fallito qualcosa che poteva essere importante anche a livello sociale". Numeri che confermano come in fatto di personalità il classe '99 di Castellammare di Stabia sia pronto a prendere l'eredità di Buffon. Svezia sottovalutata? Non avevamo sottovalutato la Svezia e neanche questa partita, oggi ci sono mancate solo l'energia e la lucidità di fare gol. La speranza dei tifosi rossoneri è che un talento come Donnarumma, ormai legatissimo al Milan, resti incollato alla stessa maglia per tanti anni, come proprio Buffon ha fatto nella Juve. Questo spareggio si è deciso a causa degli episodi, ma sono dell'idea che gli episodi ti premiano quando te lo meriti e viceversa.

Il futuro della porta azzurra è sicuramente nelle sue mani e nella sua intelligenza.

Come avviene dopo ogni fallimento, l'Italia dovrà gioco forza rinnovarsi per ripartire al meglio e smaltire la delusione del mancato approdo al Mondiale, arrivato 60 anni dopo l'ultima volta (Svezia 1958).

Una corsa che, almeno in azzurro, vede al momento favorito il diciottenne del Milan Gigio Donnarumma ma nella quale entra a pieno merito anche l'estremo difensore del Genoa Mattia Perin.

Una selezione esaltata, che ha deluso un po' le aspettative ma che aveva un grande potenziale: Donnarumma sostituirà Buffon, con Bernardeschi e Gagliardini ad essere considerato anche da Ventura con una certa continuità. Lo sport insegna a perdere e vincere in gruppo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE