Kiko apre a Milano il suo più grande store al mondo

Cornelia Mascio
Novembre 22, 2017

Uno store che, in realtà, è molto più di un negozio.

Il nuovo spazio di 200 metri quadrati, ribattezzato KikoiD (dove "iD" sta per "Identity") aprirà i battenti il 22 novembre in corso Vittorio Emanuele II, con l'obiettivo di fornire servizi sempre più personalizzati.

Il punto di vendita propone ai clienti servizi hi-tech tra cui un robot dual-arm studiato e realizzato appositamente per Kiko, in grado di personalizzare una selezione di prodotti con le sue incisioni laser.

La personalizzazione e l'opportunità di "vivere" il negozio sono alla base anche della presenza nello store della prima e unica "Private room" Kiko d'Italia. Attraverso un'applicazione touch-screen, il robot, mimando i movimenti umani, crea il prodotto personalizzato in un minuto. In questo modo, Kiko intende rispondere ai "desideri di ognuno nel rispetto delle diverse identità, dell'unicità dei gusti, della fisionomia e del carattere di tutti i suoi clienti".

Kiko, l'insegna italiana di cosmetica di proprietà di Percassi, festeggia i suoi 20 anni aprendo il suo store più grande al mondo a Milano, città con cui il brand ha un rapporto particolare: il primo punto vendita Kiko, aperto il primo settembre 1997, si trovava infatti all'interno dello storico negozio di Fiorucci a Milano.

L'apertura del KikoiD rientra proprio in questa filosofia innovativa, in questo sguardo costantemente rivolto verso il domani.

Non manca inoltre la tecnologia: nel negozio sarà possibile utilizzare iPad dotati di un'applicazione ad hoc che offrirà suggerimenti per individuare il prodotto più adatto alle proprie esigenze. È il terzo store italiano che porta la firma dell'architetto giapponese Kengo Kuma, già coinvolto nella realizzazione del format delle strutture Kiko all'interno centro commerciale Oriocenter a Bergamo e nel cuore di Bologna. Grande attenzione è stata data alla sostenibilità ambientale: l'utilizzo di materiali ad alto contenuto di riciclato e al risparmio energetico hanno fatto ottenere al negozio la certificazione internazionale Leed, riconoscimento internazionale riservato solo agli edifici più rispettosi dell'ambiente. "Simbolicamente, il bianco è come Kiko - spiega il comunicato dell'azienda -, che da sempre abbraccia una varietà di colori ampissima, come la sua ricca tavolozza di tonalità per il make up".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE