Bambini dell'ospedale di Cosenza in piazza San Pietro per l'Albero dei Desideri

Remigio Civitarese
Dicembre 7, 2017

Da allora anche un presepe viene allestito ogni anno ai piedi dell'obelisco.

L'albero invece arriva quest'anno dall'arcidiocesi di Elk, in Polonia. L'albero, "proteso verso l'alto, ci stimola a protenderci 'verso i doni più alti', a innalzarci al di sopra delle nebbie che offuscano, per sperimentare quanto è bello e gioioso essere immersi nella luce di Cristo"; e il presepe, "quest'anno, realizzato nella tipica espressione dell'arte napoletana" e "ispirato alle opere di misericordia" ci ricorda "che il Signore ci ha detto: 'Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro'". Bambini in cura presso i reparti oncologici di alcuni ospedali italiani.

Francesco puntualizza: "Cari bambini, il mio grazie è rivolto soprattutto a voi". Una sua immagine in ceramica, un'acquasantiera pure in ceramica con lo stemma di Montevergine e una gouache dipinta a mano; una campana con un presepe artigianale, i doni dell'Abbazia al Santo Padre che l'abate Guariglia ha voluto venissero dati, nel segno della semplicità e di un messaggio di prospero futuro da e per le nuove generazioni, dai bambini irpini che poi distribuiranno doni anche ai coetanei della Fondazione Thun e delle zone terremotate dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia. Nei vostri lavori avete trasferito i vostri sogni e i vostri desideri da innalzare al cielo e da far conoscere a Gesu', che si fa bambino come voi per dirvi che vi vuole bene. "Grazie per la vostra testimonianza, per aver reso più belli questi segni natalizi, che i pellegrini e i visitatori provenienti da tutto il mondo potranno ammirare", ha detto loro il Papa.

Anche quest'anno Piazza San Pietro si illumina con l'Albero di Natale decorato da decine di bambini che negli ospedali di tutta Italia hanno modellato gli addobbi in argilla per esprimere i propri desideri, grazie all'iniziativa promossa dalla Fondazione Lene Thun, Onlus bolzanina che promuove e gestisce laboratori di terapia ricreativa attraverso la modellazione ceramica in contesti di malattia e disagio.

Ad inaugurare la tradizione dell'albero di Natale in piazza San Pietro fu Papa Giovanni Paolo II, che nel 1982 fece collocare per la prima volta un abete al centro della piazza. Sono stati inaugurati oggi pomeriggio il tradizionale presepe e l'albero che rimarranno illuminati per tutte le festivita' fino alla notte di domenica 7 gennaio 2018.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE