Cyber bullismo, depressione: i presunti motivi del suicidio di August Ames

Brunilde Fioravanti
Dicembre 7, 2017

Il mondo del cinema a luci rosse piange l'attrice August Ames, che è scomparsa alla giovanissima età di ventitré anni. "Non so cosa fanno nella loro vita privata", le sono state rivolte frasi come "sei la donna più stupida che abbia mai incontrato in 15 anni di esperienza nel settore" da parte di un collega, oppure "puoi chiedere il preservativo, quindi non c'è assolutamente alcun motivo per discriminare", fino ad arrivare a un orrendo "chiedi scusa o ingoia cianuro". Si parla ormai da ore di suicidio. A parlare sono state delle fonti vicine alla ragazza che avrebbero rivelato la grande tristezza che August viveva a causa di continue accuse, mosse da degli utenti online. Infatti la Ames si sarebbe rifiutata di girare una scena di un film gay per adulti.

Molte ragazze non vogliono girare con uomini che hanno fatto scene porno gay, per sicurezza. Suo marito Kevin Moore, nella sola dichiarazione rilasciata dopo il terribile fatto, ha definito August Ames una persona amorevole, la più amorevole che lui conoscesse, non menzionando i presunti problemi di depressione di cui l'attrice hard avrebbe sofferto negli ultimi mesi. Anche io non voglio.

In casi come questi ogni analisi potrebbe essere inesatta, non esistono dati, riscontri effettivi e tangibili elementi utili a comprovare che sia stata questa pioggia di insulti, da sola, a spingere August Ames al suicidio. Mentre ancora i medici non si sono pronunciati sulle cause del decesso, per amici e conoscenti non ci sarebbero dubbi: August si è suicidata. Tanti i messaggi di cordoglio sui social network, da Facebook a Twitter, i followers, anche italiani della showgirl, hanno accolto male la brutta notizia.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE