Irruzione Skinhead, perquisizioni nelle case dei militanti di estrema destra

Remigio Civitarese
Декабря 7, 2017

Perquisizioni in corso dalle prime luci dell'alba da parte della polizia a carico di appartenenti a un sodalizio di estrema destra. Le perquisizioni sono state disposte dalla procura comasca. Le perquisizioni sono state effettuate dalla Digos di Como coordinata dall'antiterrorismo. La polizia ha perquisito le abitazioni di diversi militanti del Fronte Skinhead tra Como, Genova, Brescia, Lodi, Mantova e Piacenza.

Si tratta della formazione che nei giorni scorsi ha effettuato l'irruzione in un circolo di Como; gli esponenti, con capelli rasati e addosso bomber neri, durante un'assemblea riunita per discutere di accoglienza, avevano letto un volantino contro i migranti.

La Digos di Como ha poi depositato presso quella Procura della Repubblica una dettagliata informativa con la quale sono stati ricostruiti meticolosamente i fatti delittuosi e generalizzati compiutamente i responsabili.

I sodali - si sottolinea - sono tutti appartenenti al gruppo di estrema destra "Veneto Fronte Skinheads", tutti indagati in concorso per il reato di violenza privata. L'autorità Giudiziaria ha quindi emesso decreti di perquisizione locale e personale al fine di acquisire elementi probatori utili per la prosecuzione dell'inchiesta. Sono le "città di residenza degli indagati - si legge in una nota - con il coordinamento del Servizio per il Contrasto dell'Estremismo e del Terrorismo Interno della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione-Ucigos".

Altre relazioni

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE

ULTIME NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE