Milan, ecco l'arabo che vuole comprare il club rossonero

Paola Ditto
Dicembre 7, 2017

In casa Milan ancora non si placano i "rumors" quotidiani su una possibile cessione della società da parte dell'acquisitore Yonghong Li.

Il Milan (reduce da un triennio con perdite da oltre 250 milioni di euro) chiedeva un'apertura di credito: a pesare è stato anche il rifinanziamento del debito con il fondo Elliott che ancora non è avvenuta (entro ottobre 2018 dovrà avvenire la restituzione di 303 milioni più interessi). Secondo questi rumours sempre più intensi, sarebbe un gruppo arabo di elevatissime capacità imprenditoriali ed economiche ad essere interessato all'acquisizione del club di via Aldo Rossi.

E qua si torna al Fawaz Abdulaziz Alhokair Group che ha interessi nei settori immobiliare e commerciale e attualmente è già attivo in Italia per un progetto sull'ex area Falck a Sesto San Giovanni.

Fawaz Abdulaziz Alhokair Group: ecco chi vuole il Milan.

E adesso? Di fronte alla bocciatura del piano di rientro dal passivo, la Gazzetta dello Sport prospetta per il Milan la conseguenza naturale, quella di una sanzione, che verrà comminata la prossima primavera e potrebbe passare da esclusione dalle coppe europee, blocco del mercato o multa.

Il gruppo saudita negli ultimi mesi ha lavorato anche a possibili investimenti a Roma, nell'area del Pescaccio, dove dovrebbe costruire sui 150mila metri quadri complessivi il centro commerciale più grande d'Europa. Si tratta di un gioellino di 777 mq composto da sei stanze da letto e sette bagni, per un valore complessivo di 95 milioni di dollari.

L'aspetto da chiarire è legato alle modalità di intervento degli arabi, se interessati a rilevare l'intero pacchetto azionario oppure solamente il 51% del club, mantenendo Yonghong Li come socio di minoranza.

Una cosa è certa, con l'ipotetico avvento di Fawaz Abdulaziz Alhokair, i tifosi del Milan potrebbero dormire sonni tranquilli.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE