Milan, Gattuso: "Vedo molta disponibilità ma dobbiamo correre di più"

Paola Ditto
Dicembre 7, 2017

Sembra persino strano a dirlo, ma Gabriel Paletta giocherà titolare stasera a Rijeka.

Paletta infatti per mantenere la condizione ha chiesto, e ottenuto, di giocare alcune partite con la Primavera allenata proprio da Gattuso fino a una settimana fa e come riporta 'Tuttosport' prima della gara contro la Sampdoria si era addirittura presentato di prima mattina nel residence che ospita i ragazzi del Milan per trascorrere con loro l'avvicinamento alla partita.

Per quanto riguarda l'undici che scenderà in campo dal primo minuto, dovrebbe toccare a Antonio Donnarumma tra i pali; Zapata, Paletta e Romagnoli sulla linea dei difensori: centrocampo a cinque con Zanellato insieme, Biglia e Locatelli centrali, Calabria e Antonelli sulle fasce; e per finire la coppia regina d'Europa formata da Cutrone e Andrè Silva. Il Sassuolo lo vorrebbe per sostituire il partente Paolo Cannavaro a gennaio, ma per ora - sotto Gattuso - Paletta potrebbe avere una nuova chance. "Non è un alibi, ma dobbiamo andare piano, non possiamo caricare troppo, perché si rischia che i giocatori si facciano male". Fisicamente non stiamo benissimo, ma questo non deve essere un alibi. "Giocando in Europa con la maglia del Milan bisogna sempre avere rispetto e impegnarsi fino alla fine". "E' tranquillo e sa che può dare tanto, come ci possono dare tanto tutti i giocatori che abbiamo a disposizione". "Voglio una squadra che sia consapevole di essere forte, anche se dobbiamo migliorare tanto".

Il goal di Benevento: "Non posso nemmeno rimproverare i ragazzi, perché con il Benevento eravamo a zona, essendo una punizione dalla trequarti". Da parte mia non c'è nessun regalo. "L'ho visto bene, si allena bene ed è giusto dargli minutaggio". I giocatori che sono arrivati non stanno dando quello che dovevano dare. "I ragazzi mi stanno dando una grandissima mano e ci stanno mettendo grandissima voglia". Da Kessié e Kalinic, per fare un esempio, ci aspettiamo di più.

Sugli assenti: "Devono recuperare, ho preferito lasciarli a riposo perchè abbiamo fatto un lavoro importante sia ieri che oggi". L'anno scorso avevano un altro passo. Il giocatore che sbaglia è Ignazio Abate, perchè facendo un passo avanti forse avrebbe potuto prendere la palla. "C'era grande emozione, devo dire che è stata una partita molto difficile e abbiamo pareggiato 0-0".

A pochi giorni dalla delusione di Benevento, Gennaro Gattuso è tornato a parlare in conferenza stampa alla vigilia di Rijeka-Milan, ultima sfida del girone di Europa League. Restate con noi per non perdere neanche una dichiarazione del tecnico rossonero nell'incontro con i giornalisti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE