Torino dice addio al Capodanno in piazza San Carlo

Brunilde Fioravanti
Dicembre 7, 2017

In Barriera di Milano, allo Spazio 211 di via Cigna, dalle 20 animazione e musica con la chitarra jazz di Max Gallo, la Torino Jazz City Band e con Andrea Mingardi e la sua band. Il capoluogo piemontese dice addio al veglione in strada, "perché le norme per la sicurezza avrebbero imposto costi elevati all'amministrazione oltre che disagi alla comunità", e punta su un San Silvestro "di serenità e di comunità". "Come l'ordinanza anti-vetro, o quella che avrebbe costretto le attività commerciali attorno all'area di un concerto ad abbassare la saracinesca".

A partire dalle 21 di domenica 31 dicembre, al Pala Alpitour, ci saranno Luca Morino, Giorgio Conte e Daniele Lucca che interpreteranno i brani di Gipo Farassino (proprio Morino ha interpretato il documentario dedicato a Gipo, "Lo zingaro di Barriera) e Perturbazione, Federico Sirianni, Chiara Crivello e la Banda di Collegno con le canzoni di Fred Buscaglione. Abbiamo quindi optato - ha proseguito l'assessore - per due luoghi diversi dal solito, che però tradizionalmente ospitano in sicurezza eventi musicali, con l'obiettivo di avvicinare di più la città".

Torino dice addio al Capodanno in piazza San Carlo
Torino dice addio al Capodanno in piazza San Carlo

Il programma delle feste per il Capodanno torinese prevede una serata nel foyer del Pala Alpitour organizzata dalla Fondazione Teatro Regio. Nei locali del centro sarà possibile brindare al nuovo anno allo scoccare della mezzanotte e, lunedì 1 gennaio alle 11, risuoneranno note di musica classica in Galleria Umberto I, con la distribuzione di panettone e spumante.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE