Feyenoord-Napoli, l'orgoglio di Sarri: "I grandi cadono e si rialzano"

Paola Ditto
Dicembre 8, 2017

Se hai Messi e Denis Suarez, che pure è un grandissimo giocatore che a me piace tantissimo, e gli fai fare gli stessi minuti, probabilmente non faresti gli stessi punti se facessi giocare molto di più Messi. Una cosa è certa, dobbiamo pensare solo a vincere la nostra partita e non sarà facile senza pensare allo Shakhtar. Dobbiamo restare focalizzati sulla nostra gara. Poi Ghoulam quando era il miglior terzino sinistro d'Europa.

Maurizio Sarri in conferenza stampa al termine di Feyenoord-Napoli: "Il risultato in Ucraina ha inciso pesantemente su di noi, ma io vedo che i problemi di questa squadra sono principalmente offensivi". Se ho sentito Guardiola? "Cercheremo di rimediare, ce la faremo anche questa volta". Crisi? Ma quale crisi? Giovedì mattina la squadra partenopea si allenerà a Rotterdam prima di tornare in Italia e, dunque, Insigne si allenerà da solo a Castelvolturno e da venerdì si potrà capire se potra essere a disposizione del suo allenatore per la partita contro la squadra guidata da Stefano Pioli. Io non sono un imbecille, questa squadra ha fatto 206 punti in 91 partite, con una media di 2,27 a partita. Questo è il mio pensiero, legato al fatto che credo che certi giocatori per noi sono indispensabili e per me devono stare sempre in campo. Un anno e mezzo fa si parlava delle stesse cose, quando mancò il gol per due partite. Le prime due notti non sono state semplici ma poi si riparte. ieri ancora c'era qualche scoria, oggi sono meno preoccupato.

"La settimana scorsa ho vinto un premio che mi ha dato grande soddisfazione: ho saputo che ho preso 500 voti da calciatori di Serie A, e ho saputo che tu non mi avresti votato (ride, e prosegue la polemica con Iannicelli, ndr)".

" Non ho mandato nessun messaggio a Guardiola, lo riterrei offensivo per la sua intelligenza". Ho la sensazione che la squadra abbia perso pericolosità in attacco, non riusciamo a fare più determinati movimenti. La sconfitta con la Juve? "Ma ora non è il caso".

In vista della sfida contro il Feyenoord, conferenza stampa pre partita per gli azzurri. "Mi piacerebbe avere un tantino di fortuna e arrivare agli ottavi". Se per me uno che sta giocando non al meglio è comunque più forte di uno che non gioca al 100% scende in campo il primo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE