Apple, su App Store arrivano i preordini

Rodiano Bonacci
Dicembre 13, 2017

La funzione è reperibile su tutte le versioni dell'App Store, in modo da poter offrire il preordine alle applicazioni iOS, macOS e anche tvOS.

Il rivale Google offre una funzionalità simile da un paio d' anni, permettendo ai clienti di "pre-registrarsi" per una release delle app Android.

Affinity
Apple, su App Store arrivano i preordini

Gli utenti che sceglieranno di effettuare il pre-ordine, saranno avvisati una volta che l'applicazione sarà rilasciata e, probabilmente quando sono connessi ad una rete WiFi, l'App Store provvederà ad effettuare in automatico il download. Dopo che l'utente mostra interesse per l'articolo, viene scaricato automaticamente non appena l'oggetto viene rilasciato.

I soldi verranno scalati dal sistema di pagamento solo una volta avvenuto il download, e non durante la richiesta di prenotazione. Per queste ultime l'effettivo prelievo del denaro dal conto abbinato avverrà solamente nel momento in cui l'app viene ricevuta, mentre il prezzo da pagare sarà il più basso fatto registrare nelle eventuali variazioni subite nel periodo dall'apertura dei preordini alla pubblicazione. Il prezzo finale sarà, ovviamente, scelto dagli sviluppatori, ma potrà variare, quindi aumentare e diminuire, durante il periodo di preordine. Quindi quando l'app è pronta si carica tutto nell'iTunes Connect e si attende il rilascio, nel frattempo ci si organizza per promuovere i download. Si tratta di una possibilità utile e interessante, ma anche una sorta di novità assoluta nel settore (sul Play Store, infatti, non è possibile autorizzare il pagamento in anticipo, ma solo ricevere una notifca). Se il prezzo dell'app verrà abbassato al rilascio, insomma, l'utente pagherà cara la prenotazione. Questo non succede con il sistema di Apple, disponibile a partire da queste ore sul suo App Store.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE