Skype utilizza la crittografia end-to-end di Signal e WhatsApp

Rodiano Bonacci
Gennaio 13, 2018

Microsoft comunica di aver implementato la crittografia end-to-end sulla piattaforma Skype. E' attivabile dall'utente, non viene abilitata in maniera predefinita in ogni chat.

"A Signal, il nostro obiettivo è rendere la comunicazione privata semplice e onnipresente" si legge in un blogpost di Signal. Ebbene, è proprio sui gruppi che WhatsApp è tornata a calcare la mano, almeno secondo i mitici insider di WABetaInfo che, dall'alto del loro profilo Twitter, hanno anticipato una nuova, ventura, funzionalità inerente le conversazioni collettive nell'app in verde: a quanto pare, entrando nel merito, una delle prossime beta potrebbe arricchirsi di una feature, attualmente in test, che consentirà di trovare con maggior facilità i messaggi nei quali si sia stati menzionati. Inoltre, in ottica privacy, le conversazioni private di Skype, avviabili tramite la voce "Nuova conversazione privata", non compariranno nell'elenco delle conversazioni, e non saranno oggetto di notifica. Dovrebbe comunque arrivare 'presto' nella versione ufficiale di Skype per tutti.

Il team Skype ha aggiunto che il prossimo step è migliorare l'esperienza di creazione di una chat privata.

Dopo Whatsapp, Telegram, Facebook e Google anche Microsoft di prepara ad entrare a far parte della grande famiglia delle piattaforme di instant messeging che hanno abbracciato la cifratura end-to-end; per farlo il colosso di Redmond ha deciso di appoggiarsi alla partnership con Signal che fin dal suo rilascio ha sempre integrato il protocollo open source Signal Protocol, elogiato a più riprese anche da Edward Snowden come il più sicuro tra i protocolli di cifratura adottati da piattaforme di IM. Al momento non è disponibile per le conversazioni di gruppo. E' possibile partecipare ad una sola conversazione privata da un unico dispositivo alla volta e qualora si passasse su un altro dispositivo tutti i messaggi precedentemente inviati e ricevuti non saranno visibili (sono legati al dispositivo utilizzato al momento).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE