Due giorni di festa per Sant'Antonio di Tailos

Cornelia Mascio
Gennaio 16, 2018

La celebrazione per la festa di Sant'Antonio abate al Mulinaccio è una tradizione che ricorre da secoli.

- Mauro Gioielli, demologo, "Il fuoco, il maiale e la questua".

Seguirà una degustazione di piatti a base di maiale, a cura della delegazione isernina della FIC (Federazione Italiana Cuochi).

Grande festa a Somma Vesuviana il 17 gennaio in via colle al Rione trieste per Sant'Antuono con inizio alle 18 per il passaggio del Pazzariello e poi dalle 21 o' fuoco e Sant'Antuono e con benedizione e accensione del focarone e musica Popolare in ricordo di zio riccardino con le donne della Tammorra.

Questo appuntamento tradizionale si svolge in onore di Sant'Antonio, che si festeggia domani, 17 gennaio.

Come ogni anno, alle ore 8.30, alle 10 e alle ore 17, l'Oratorio della Misericordia, Via del Porrione, celebra la Festa di Sant'Antonio Abate, Patrono dell'Istituzione della Misericordia, con la consueta benedizione degli animali e dei loro alimenti al termine delle Messe.

Le fiamme, l'arte, la fede e la competizione: sono tanti gli elementi che rendono assolutamente unica la ricorrenza dei Fuochi di Sant'Antonio ad Alberona, tradizione che farà avvampare la notte di mercoledì 17 gennaio nel "paese delle fontane".

Il programma religioso inizierà già Sabato 13 Gennaio, con il pellegrinaggio alla Cappella del Santo e la Santa Messa presieduti da Sua Eccellenza Monsignor Raffaello Martinelli, seguiti dalla consegna del "Cero Votivo" a tutti i capicarro, per proseguire infine con il Triduo, che avrà luogo dal 14 al 16 Gennaio. Entrato nell'iconografia con cui viene tradizionalmente raffigurato per merito di un una Comunità religiosa, quella dei Canonici Regolari di Sant'Antonio di Vienne, ordine ospedaliero e monastico-militare fondato nel 1015 in una cittadina francese attualmente ribattezzata con il suo nome che si occupavano in modo specifico di curare gli ammalati di herpes zoster, molto diffuso tra i poveri a causa della cattiva alimentazione, e di un'altra strana malattia, l'ergotismo, provocata dall'ingestione della cosiddetta segale cornuta.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE