Nino Formicola ricorda Zuzzurro all'Isola dei Famosi: "eravamo un'anima sola"

Brunilde Fioravanti
Febbraio 15, 2018

Aveva 67 anni e da tempo soffriva di un carcinoma al polmone ma fino all'ultimo aveva voluto esibirsi con il suo partner di sempre.

Nino Formicola (in arte "Gaspare") racconta che dopo la morte di Andrea Brambilla ("Zuzzurro") ha vissuto dei momenti difficili: "Dopo la morte di Andrea io ero un po' sottosopra perché la mia vita stava andando a rotoli". Credetemi, trovarmi a fare il debuttante a 60 anni non è stato per niente divertente"Non essendoci più Andrea mi sono dovuto rendere conto che avrei dovuto urlare alla gente a casa 'Signori, Gaspare c'è ancora'". Nell'ultima puntata de L'Isola dei Famosi, il noto attore ha rivelato un particolare molto intimo della sua vita privata, una dichiarazione sconvolgente che ha colpito i suoi compagni d'avventura e anche il pubblico che segue il reality. Le pressioni dall'esterno erano tante: "E' brutto sentirsi chiedere se da solo ero capace. Alla fine sono convinto che nella vita i cattivi la pagano sempre" ha confidato il naufrago. Anche perché noi non eravamo in due ma in tre: c'era un'anima terza che univa le noztre anime.

La decisione di partecipare all'Isola la descrive quasi come una necessità, quella di chiudere la carriera con "una cosa televisiva bella, che piaccia ancora a tutti".

Il duo comico si conobbe al Derby Club, uno storico locale di Milano dove entrambi si esibivano. Grazie ai personaggi del commissario Zuzzurro e del suo assistente Gaspare, ebbero da subito un grande successo.

Apparvero per la prima volta in tv nel 1978 nella trasmissione della RAI Non stop. L'anno dopo fu la volta di un altro varietà della Rai dal titolo La sberla.

Gaspare e Zuzzurro sono stati gli autori dei testi di Massimo Boldi e Teo Teocoli per il programma Non lo sapessi ma lo so, trasmesso su Antennatre nel 1982. Non a caso poco dopo vennero scelti come conduttori di "Buccia di banana", ideando lo slogan "Ce l'ho qui la brioche!" divenuto un tormentone. Nel 1983 presero parte al mitico varietà Drive In, prima come ospiti e poi come cast fisso.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE