Embraco, Calenda attacca: "L'Azienda licenzia, non incontrerò più questa gentaglia"

Cornelia Mascio
Febbraio 19, 2018

Così il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda fa il punto sulla vertenza Embraco a margine della firma per progetti di Ricerca e Sviluppo in Toscana al Mise. Domani il ministro volerà a Bruxelles dalla commissaria alla Concorrenza per valutare se la scelta dell'azienda di trasferire lo stabilimento in Slovacchia vada contro le regole europee.La notizia della rottura ha raggiunto gli operai mentre stavano manifestando davanti allo stabilimento di Riva di Chieri.

E invece dai vertici di Whirlpool (che controlla Embraco) è arrivato il pollice verso.

Embraco "ha dimostrato una totale irresponsabilità verso i lavoratori e verso il governo" e "non si comprendono le ragioni di questo atteggiamento". Il ministro ha rilevato una "totale mancanza di attenzione al valore delle persone "da parte della multinazionale sottolineando di trovarsi "di fronte ad uno dei peggiori casi" di crisi aziendale". "Embraco ha risposto negativamente, si conferma un atteggiamento di totale irresponsabilità dell'azienda".

Embraco, Calenda attacca: “L'Azienda licenzia, non incontrerò più questa gentaglia”
Calenda a Bruxelles per la vertenza Embraco: "vigilare su eventuali aiuti di Stato"

"Adesso non ricevo più questa gent.gentaglia perché onestamente ne ho avuto fin sopra i capelli di loro e dei loro consulenti del lavoro italiani che sono qua".

Ma la risposta dell'azienda controllata da Whirlpool è stata negativa. "Dicono - spiega sempre il ministro dello Sviluppo economico - che devono per forza licenziare ora perché altrimenti hanno un problema con la borsa non mi era mai capitato di sentirlo. Ne prendiamo atto e agiremo di conseguenza; avvieremo- conclude- subito un lavoro con Invitalia per cercare di trovare un percorso di reindustrializzazione in un tempo molto breve, perché abbiamo poco più di un mese per concludere tutto".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE