Vaccini: il Piemonte si conferma Regione virtuosa

Modesto Morganelli
Marzo 14, 2018

L'assessore regionale ha voluto ribadire che tutte le Asl sul territorio regionale manterranno aperti sportelli ad accesso libero per quelle famiglie che volessero ancora chiedere la vaccinazione dei propri figli, senza necessità di doversi prenotare.

Il Piemonte ha superato l'obiettivo del 95% di copertura vaccinale, soglia di sicurezza raccomandata dall'Oms.

All'inizio della campagna vaccinale i bambini e i ragazzi da 0 a 16 anni che risultavano inadempienti erano 87125 su un totale di 579056. A Torino nella fascia di età 0-6 anni restano ancora circa 600 inadempienti, che salgono a duemila considerando l'intera Regione.

Soddisfatto perché, nel quadro nazionale, il Piemonte si attesta su un livello molto alto di adesione, l'assessore Saitta ha sottolineato la crescita notevole soprattutto delle vaccinazioni contro il morbillo e che "l'obiettivo di aumentare la sicurezza per i bambini e per le famiglie sia stato pienamente raggiunto". Per quanto riguarda le coperture a 5-6 anni di età, i valori per la prima dose sono superiori e raggiungono il 96,8%. Anche per gli altri vaccini, anti-poliomielite, difterite, tetano, pertosse, Epatite B, Haemophilus influenzae B, si è registrato un incremento della copertura ed è stata superata la soglia del 95%, con livelli che spaziano dal 95,28% del vaccino Hib (Haemophilus influenzae B) al 95,93% dell'antitetanica.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE