Volley, morto Bebeto: da allenatore regalò all'Italia il Mondiale 1998

Paola Ditto
Marzo 14, 2018

Bebeto de Freitas è scomparso all'età di 68 anni per un arresto cardiaco sopravvenuto mentre si trovava nel Centro Tecnico di Allenamento dell'Atletico Mineiro di cui Bebeto era direttore.

Il suo nome è legato a quell'oro che portò l'Italia della pallavolo sul tetto del mondo. Nel mondo del calcio ha ricoperto dal 1999 al 2001 la carica di presidente dell'Atletico Mineiro e dal 2003 al 2009 del Botafogo. Paulo Roberto de Freitas, sempre a Belo Horizonte, ha ricoperto anche un ruolo politico, diventando assessore allo sport nel governo locale.

Bebeto si è sentito male dopo aver preso parte, come dirigente, alla conferenza stampa di presentazione della squadra di football americano dell'Atletico Mineiro (che, come il Botafogo, è una polisportiva). Dopo aver accusato l'infarto, Bebeto è stato prontamente soccorso: purtroppo, anche l'intervento di un elicottero non si è rivelato utile per salvargli la vita.

L'articolo Addio a Bebeto, il Ct dell'Italia e della grande Maxicono proviene da SportParma. Con i colori del club parmigiano ha messo in bacheca 2 Scudetti, 1 Coppa Italia, 2 Coppe Cev. Ex commissario tecnico dell'Italvolley, raccolse l'eredità pesante di Julio Velasco nel 1997, vincendo con gli azzurri la medaglia d'oro alla World League, il bronzo agli Europei del 1997 e l'oro ai Mondiali del 1998.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE