Non si accorge dell'arrivo del treno, clochard travolto e ucciso

Remigio Civitarese
Marzo 15, 2018

Un senza fissa dimora di nazionalità italiana è stato travolto e ucciso da un treno in arrivo da Bari.

L'uomo, 58 anni, originario di Monteroni (Lecce), si trovava sul primo binario per raggiungere una conduttura di acqua.

A causa dell'impatto, il 58enne è stato trascinato per diversi metri prima dello stop del treno.

Fabrizio Bernardini era un volto e un nome noto alla cronaca giudiziaria per episodi legati soprattutto al traffico di stupefacenti. Nella nuova rapina che si è consumata in pieno centro a Lecce intorno alle 18 di oggi pomeriggio e che dopo nemmeno due settimane ha preso nuovamente di mira gli uffici Aci di via Candido, ai due rapinatori è infatti partito un colpo di pistola, spaventando a morte i presenti.

Tragedia alla stazione di Lecce. Nel 2011 venne arrestato insieme ad altre persone per un omicidio di mafia, quello del 52enne leccese Italo Pinto, avvenuto 25 anni prima, nel febbraio del 1987; uno dei primi delitti della mafia salentina.

Accecato dal sole, il clochard non si sarebbe accorto dell'arrivo del treno. Altri testimoni avrebbero riferito di averlo visto ieri sera aggirarsi in stazione visibilmente in stato di ebbrezza.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE