Daspo per due tifosi dopo il derby Lazio-Roma all'Olimpico

Cornelia Mascio
Aprile 17, 2018

Intorno alle 19 un gruppetto di tifosi della Roma avrebbe cominciato a sbeffeggiare chi in auto passava con bandiere e sciarpe della Lazio.

Al termine della partita sono state elevate sanzioni amministrative nei confronti di cinque tifosi che tentavano di introdurre striscioni non autorizzati all'interno dell'impianto sportivo.

Grazie all'utilizzo delle immagini delle telecamere di videosorveglianza all'interno dello stadio gli agenti della Digos hanno potuto identificare ed arrestare un 32enne sorpreso a lanciare un fumogeno acceso all'interno del campo di gioco.

Ma già nel pomeriggio nell'area attorno allo stadio si sarebbero registrate aggressioni isolate.

Nei pressi del parcheggio in zona stadio Flaminio, dopo una segnalazione ricevuta dalla polizia, gli agenti hanno fermato un'auto e un gruppetto di tifosi della Lazio: a bordo della vettura spranghe e altri oggetti "atti a offendere", spiegano dalla Questura, "parte del materiale è stato trovato a pochi metri di distanza e sequestrato". Secondo quanto si è appreso, 13 supporter biancocelesti sono stati controllati e identificati. La loro posizione è ora al vaglio. Invece la tensione nervosa deve rimanere alta, soprattutto in vista dello scontro diretto in programma stasera all'Olimpico, perché fin qui la Roma, grande gioia e introiti Champions a parte, non ha ancora vinto niente e ci sono buone possibilità che finirà la stagione così. Schierati anche mezzi idranti. Vicino all'obelisco polizia e carabinieri hanno chiuso la strada per la presenza contemporanea di laziali e romanisti: lanciati alcuni petardi, ma nessun contatto fra opposte fazioni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE