Germania, un tredicenne ritrova il tesoro di monete dei vichinghi

Remigio Civitarese
Aprile 17, 2018

Si crede che questi oggetti siano appartenuti alla corte del re danese Harald Gormsson (conosciuto in Italia anche come Aroldo I di Danimarca, detto "dente blu").

Luca Malaschnittschenko, questo il nome del giovane, non pensava a cosa avrebbe potuto rappresentare il pezzo di alluminio segnalato dal metal detector con il quale, nello scorso mese di gennaio e insieme all'archeologo dilettante René Schoen, stava scandagliando la sabbia dell'isola di Rugen, nel nord della Germania [VIDEO].

Una volta ripulito e fatto analizzare, il pezzo di metallo si rivelò essere d'argento, convincendo le autorità ad effettuare scavi organizzati che nei giorni scorsi hanno portato alla scoperta di un vero e proprio tesoro.

Germania un tredicenne ritrova il tesoro di monete dei vichinghi
Una parte del tesoro di"Dente Azzurro Condividi

Monete d'argento, collane e anche un martello di Thor. "E' stato il ritrovamento più importante della mia vita" ha dichiarato Schoen.

Aroldo I di Danimarca è vissuto nel X secolo ed è conosciuto come il sovrano che ha introdotto il cristianesimo in Danimarca nonché come uno degli ultimi re vichinghi di quella zona d'Europa ora occupata da Danimarca, Germania settentrionale, Svezia meridionale e alcune parti della Norvegia. Il Re morì poi nel 987 proprio in Pomerania.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE