Macron al Parlamento europeo: "Sta emergendo una guerra civile europea"

Remigio Civitarese
Aprile 17, 2018

Il presidente francese ha anche affermato che l'attacco è stato un successo "sul piano militare", osservando che l'intervento era "legittimo" e ricordando a questo proposito che "una risoluzione del settembre 2013 prevede l'uso della forza se non è rispettato il divieto di usare armi chimiche".

Secondo Macron, la democrazia europea è "la nostra migliore chance".

Macron, mettendo in guardia dal "fascino illiberale degli egoismi nazionali", ha spiegato che in Europa "la risposta è l'autorità della democrazia non la democrazia autoritaria". "Il peggiore errore sarebbe di abbandonare il nostro modello e la nostra identita'", ha detto il presidente francese.

Il presidente francese ha poi affrontato il problema dei migranti: "Entro la fine della legislatura - ha detto - dobbiamo sbloccare il dibattito avvelenato sui migranti, sulla riforma di Dublino e la ridistribuzione: propongo di creare un programma europeo per finanziare le comunità locali che accolgono e integrano i rifugiati".

Al suo arrivo all'Europarlamento Macron è stato accolto dal presidente dell'aula, l'italiano Antonio Tajani, con il quale ha avuto un colloquio bilaterale. Tuttavia, la risposta di Macron è stata "non possiamo fornire le informazioni perché è un segreto e, inoltre, il segreto non è nostro", ha aggiunto Lavrov.

"È tempo di convertire la visione in realtà insieme: una migrazione controllata, una forte politica estera e di difesa per un'Europa, un Mediterraneo e un Medio Oriente più sicuri", ha scritto il presidente del parlamento europeo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE