Non solo alcol ma un mix letale, sorprendente l'esito dell'autopsia su Nico

Remigio Civitarese
Aprile 17, 2018

Tuttavia, l'alcol potrebbe aver creato un mix micidiale e aver quindi amplificato su Nicola Marra l'effetto di queste sostanze, che ora dovranno essere analizzate. Lo stabilisce l'autopsia effettuata sul corpo del ragazzo. A giusta ragione, perchè gli esami tossicologici, anche se non ancora completi fanno emergere un quadro preoccupante dal punto di vista investigativo. I risultati dell'autopsia, eseguita dal professore Pietro Tarsitano dell'Università Federico II e dalla tossicologa Pascale Basilicata, non saranno consegnati prima di 7 giorni al procuratore aggiunto Luigi Alberto Cannavale. Lo slittamento nella consegna delle perizie si è reso necessario a causa di un qualcosa che sarebbe emerso dalle analisi e che avrebbe indotto i due esperti ad effettuare ulteriori approfondimenti. Tracce di alcol sono comunque state rilevate ma in quantità non tali da avvalorare le dichiarazioni dei testimoni. Restano punti ancora oscuri nella vicenda, soprattutto rispetto a quanto accaduto all'interno della discoteca e del gruppo di amici di NicoIntanto sulla sua morte ci sono ancora molti punti oscuri che la famiglia chiede vengano chiariti dalle forze dell'ordine.

Il reato per cui gli inquirenti sono al lavoro è "morte come conseguenza di altro delitto", ma non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati. L'unica certezza è l'allontanamento del ragazzo filmato dalle telecamere di videosorveglianza del Comune e delle attività sul posto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE