Pneumatici invernali, è scaduto l'obbligo: si possono montare di nuovo gli estivi

Remigio Civitarese
Aprile 17, 2018

Il 15 aprile è una data fondamentale per gli automobilisti: segna la fine dell'obbligo degli pneumatici invernali in determinate zone.

Per il cambio gomme invernali, però, non c'è fretta. Di conseguenza, a partire dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, non è consentita la circolazione con pneumatici di tipo M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione: l'infrazione di riferimento può comportare, non solo significative sanzioni pecuniarie, ma anche il ritiro della carta di circolazione e l'invio in revisione del veicolo. Ma forse è meglio così, infatti, se malauguratamente doveste causare un incidente con feriti, non disponendo delle adeguate dotazioni invernali, potreste essere processati per il reato di omicidio e lesioni stradali. Gli automobilisti che montano pneumatici marcati M+S con le stesse caratteristiche prestazionali riportate a libretto o addirittura superiori, hanno tutto il tempo di fare il cambio gomme: nessun limite temporale d'impiego.

La questione relativa alla necessità di effettuare la sostituzione stagionale degli pneumatici, passando da quelli invernali - contraddistinti dalla marcatura "M+S"-Mud and Snow sul fianco di ciascuna gomma, come autodichiarazione della Casa costruttrice della gomma, e dall'eventuale presenza di un pittogramma che riproduce una montagna a 3 picchi con un fiocco di neve al suo interno, ciò che attesta l'avvenuto superamento di un test specifico di omologazione sulla neve da parte dello pneumatico - a quelli estivi, risponde ad una precisa motivazione di sicurezza, come indica Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma: "È sempre bene circolare con pneumatici idonei e specifici per il periodo stagionale di riferimento". Infatti, gli pneumatici estivi presentano una mescola relativamente dura che si ammorbidisce con le temperature più miti: offrono prestazioni migliori su tutti i fronti durante i mesi caldi. Inoltre, al momento della notifica della sanzione, l'agente può anche disporre il divieto di proseguire la circolazione. Durante questo lasso di tempo sarà quindi proibito circolare con gomme del tipo M+S con codice di velocità più basso di quello indicato sulla carta di circolazione. Una normativa così complicata che ha reso necessaria una sequela di circolari ministeriali: queste prevedono eccezioni alla regola. Noi naturalmente ci sentiamo in obbligo di sconsigliarvi l'utilizzo di gomme invernali anche nel periodo estivo in quanto questa tipologia di pneumatico è nata per essere performante nei periodi freddi con asfalto sotto i 7 °C. Si circola più sicuri e si ottimizzano i consumi di carburante e delle gomme stesse.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE