Serie A, Inter-Cagliari 4-0: i nerazzurri scatenati salgono momentaneamente al terzo posto

Paola Ditto
Aprile 19, 2018

E' un Diego Lopez visibilmente stizzito dopo la pesante sconfitta per 4-0 contro l'Inter quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport. Dopo le recenti scoppole rimediate contro Napoli (0-5) e Torino (0-4), Lopez prende altro tre gol e torna a casa: pazienza se i tifosi vorrebbero vedere la squadra combattere e, magari, i migliori in campo. La partenza è ottima per l'Inter, dopo 3 minuti in vantaggio sulla punizione diretta di Cancelo, a segno per la prima volta da quando gioca in Italia.

Al posto di Candreva, sulla fascia destra, c'è il giovane Karamoh, e non è un cambiamento da poco. Il cross del terzino è perfetto, ma l'ex Caen colpisce sotto la sfera scheggiando la traversa. A seguire è il turno di Rafinha, la cui conclusione, dall'interno dell'area, viene prontamente deviata da Cragno. Infortunio muscolare per Gagliardini, costretto a lasciare il posto a Borja Valero nel primo tempo. Gli ospiti non impensieriscono affatto Handanovic, e tutto ciò favorisce la compagine di casa che si presenta dalle parti di Cragno con convinzione e disinvoltura. Un minuto dopo grande parata di Cragno su un diagonale di Rafinha, azione nata ancora una volta sulla sinistra. E' bravo quando gli altri ripartono, a prenderti in anticipo quei 2-3 metri perché la giocata la anticipa e ha anche una buona tecnica.

Quale che sia la valutazione che vogliate dare a questa partita, non può prescindere da entrambi gli aspetti: vero che era la partita più semplice da diverse settimane a questa parte, ma è altrettanto vero che l'Inter ha nell'Inter la sua più naturale nemesi, capace di veri e propri seppuku nelle giornate più impensabili. Per qualità io intendo tecnica, carattere e muscoli: ci vogliono tutte e tre le cose per giocare al calcio. Oggi dovevamo fare una partita con gente di corsa, con gente fresca, per massimizzare gli sforzi. L'argentino è andato a segna anche questa sera, firmando il 25° gol in 29 presenze: "Penso che un calciatore come lui non dovrebbe essere molto contento, e penso che anche lui la pensi così". Dispiace non tirare mai in porta e prendere quattro gol, ma i miei ragazzi hanno dato massima disponibilità. Ci mancherà, perché noi non abbiamo trequartisti di grande fisico.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE