Fiorentina, l'entourage di Victor Hugo: "Si sta legando molto alla città"

Rodiano Bonacci
Aprile 20, 2018

Queste le sue parole: "Dopo la morte di Astori è cambiato tutto".

Un risultato, il 3-4 maturato al Franchi, che certamente non ha fatto piacere ad una Fiorentina che, avanti prima 2-0 e poi 3-2, vede complicarsi la corsa per una qualificazione alla prossima Europa League, ma che certamente non è pronta ad alzare bandiera bianca. "Dunque siamo molto contenti di cominciare questo progetto insieme".

"Può essere una possibilità".

Lei è anche il procuratore di Vitor Hugo. Contro la Lazio è una prova contro una squadra forte, proviamo a fare del nostro meglio.

Per quanto riguarda invece Vitor Hugo, pensa sia il suo miglior momento dal suo trasferimento al Palmeiras a oggi? Sta imparando giorno dopo giorno.

Cosa rappresenta la Fiorentina per lui? È il punto più alto della sua carriera?

Stasera c'è Fiorentina-Lazio, e Vitor Hugo dovrà lottare contro il miglior marcatore del campionato Ciro Immobile. È pronto secondo lei? Un rendimento che pone una base di partenza importante in tutte le partite per la squadra viola, soprattutto in giornate dove non riesce segnare. "E forse è possibile vincere ancora".

"Sì, lui sta lavorando per diventare un buon combattente, e spero che in futuro possa diventare una delle colonne portanti di questa squadra".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE