"Me ne vado dopo 5 anni bellissimi": l'addio di Rafael al Napoli

Paola Ditto
Mag 16, 2018

"Ho sempre cercato di dare il mio meglio..." Qui sono arrivato con una moglie e vado via con una figlia napoletana. Ho vissuto 5 anni meravigliosi in questa città. Poi ho parato l'ultimo rigore decisivo. Parai i rigori che non avevo studiato.

Sogno scudetto: "Ci siamo messi d'accordo, siamo rimasti per raggiungere un sogno, ma non ce l'abbiamo fatta". Ci vuole sempre tempo per recuperare e quando si rientra non si è allo stesso livello. Finisce questo campionato a testa alta. Questa squadra ci riproverà l'anno prossimo al cento per cento. "Se restano tutti possono giocarsela, avranno ancora più esperienza".

"Sono stati cinque anni eccezionali per me qui a Napoli". Ringrazio il presidente che mi ha portato qui, prendendomi in Brasile, mi sono stati vicini nel momento più brutto della mia carriera.

Infortunio a Swansea? "E' un infortunio molto delicato, bisogna essere sicuri di stare bene per giocare". Sono grato a tutti, ma ho deciso di cambiare aria. "Vado via da qui con la felicità nel cuore e con tantissime amicizie in più". "Adesso sto bene, mi sento al massimo, finalmente". Ci sono possibilità di rimanere in Italia ma ci sono anche possibilità di restare in Europa, ma io sarò sempre tifoso di questa squadra che ha una tifoseria che non ho mai visto nella mia vita. Mi mancheranno i tifosi azzurri, ti fanno sentire a casa. "Auguro a Napoli di vincere presto uno scudetto, farò sempre il tifo per loro".

Sarri? E' l'allenatore ideale per qualsiasi squadra, vive il calcio ogni secondo e ogni allenamento. "Sa accedere nel tuo cuore qualcosa di diverso, è il massimo per qualsiasi club".

Saluti ai napoletani: "Quest'avventura al Napoli è stato un dono di Dio, ringrazio tutti".

Rafael Cabral Barbosa, è intervenuto nel corso di 'Radio Goal' sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli: "Mi porterò questi cinque anni per sempre nel cuore, ho conosciuto persone eccezionali".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE