Ozil e Gundogan ricevuti da Erdogan: terremoto in Germania

Cornelia Mascio
Mag 17, 2018

Critiche e immediata risposta alle stesse. Si tratta di Mesut Ozil e İlkay Gundogan, travolti dalle critiche per questioni extracalcistiche. Il centrocampista del Liverpool, anche lui di origini turche, ha infatti ricevuto l'invito di Erdogan proprio come i suoi due connazionali.

Per il mio rispettato presidente.

Il presidente della DFB (la federcalcio tedesca) Reinhard Grindel ha dichiarato: "Il calcio e il DFB difendono valori che non sono sufficientemente rispettati da Erdogan".

Viste le tensioni politiche fra Germania e Turchia la scelta di Gundogan e Ozil non è piaciuta per niente. Anche la Federcalcio tedesca non è stata morbida con i due giocatori: "La DFB sostiene valori che il signor Erdogan non prende in considerazione. Il lavoro di integrazione che da anni portiamo avanti non è di certo stato agevolato da Ozil e Gundogan". Anche Löw, che oggi ha diramato una lista allargata (27 giocatori anziché 23, ne dovrà tagliare 4) per i mondiali, ha detto la sua sull'accaduto e sulle polemiche che ne sono derivate: "Non ho pensato nemmeno per un secondo di escluderli, anche se la reazione della gente è stata così forte - ha spiegato il ct -". Nelle ultime ore è partita addirittura una petizione nella quale viene chiesta l'esclusione dei due tedeschi di origine turca dalla rappresentativa della Germania che partirà per la Russia tra poche settimane. Ha parlato anche Oliver Bierhoff, direttore tecnico della Germania, che ha provato a giustificare l'azione dei due giocatori, non totalmente consapevoli delle conseguenze e del segnale che avrebbero dato all'esterno.

Gundogan ha provato a giustificarsi personalmente, negando alcun tipo di fine politico nell'incontro: "Non volevamo trasmettere messaggi politici". Siamo calciatori non politici. "Capisco le critiche, ma noi abbiamo scelto la strada della cortesia".

In quanto calciatori della nazionale di calcio, i due giocatori svolgono una funzione di esempio, ha continuato il portavoce.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE