Ryanair, cambiano le regole per il check-in online gratis

Cornelia Mascio
Mag 17, 2018

Ryanair cambia le regole per il ceck-in dal prossimo 13 giugno.

È una scelta che porta con sé non poche polemiche, quella operata dalla celebre compagnia aerea low cost.

Il tempo a disposizione da 4 giorni si dimezza e diventa di 2 giorni: nulla di drammatico per chi è abituato a viaggiare con Ryanair e ha dimestichezza con le procedure, più ostico per chi invece è più distratto e rischia di non effettuare in tempo il check-in, pagando il sovrapprezzo. Per questi ultimi il check-in aprirà già da 60 giorni prima del volo, fino a due ore prima del decollo. Per chi si dovesse presentare agli imbarchi sprovvisto di check-in, il costo in aeroporto sarà di 55 euro, 25 per i neonati.

Prenotare un posto 'normale' costa 4 euro, che salgono a 13,01 per le prime file e a 15 euro per avere spazio extra davanti alle gambe.

Dopo le polemiche scatenate dall'obbligo di acquistare l'imbarco prioritario (a 5 euro) per poter portare il bagaglio a mano in cabina, Ryanair torna nell'occhio del ciclone per una nuova limitazione dei servizi offerti ai propri passeggeri. Con appena 48 ore di anticipo rispetto alla partenza, ad esempio, anche chi parte solo per una breve vacanza (magari un weekend all'estero) dovrà trovare il modo di fare il check-in (la carta di imbarco deve poi essere essere presentata o stampata o mostrata tramite smarpthone) per il volo di ritorno durante il viaggio. Compagnia accusata, tra le altre cose, di separare intenzionalmente famiglie e gruppi che prenotano insieme i loro biglietti ma optano per l'assegnazione casuale del posto.

In ogni caso, la decisione è ormai stata presa: per non pagare sovrapprezzi, altro non resta che rispettare le 48 ore messe a disposizione da Ryanair.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE