Palermo, ospedale Civico: un infermiere preso a pugni davanti a un bambino

Remigio Civitarese
Mag 18, 2018

L'ultimo episodio risale alla fine di marzo, all'ospedale Cervello, dove una dottoressa è stata spintonata dalla figlia di una paziente.

Quasi un caso alla settimana, numeri inesorabili e sempre più negativi. Al Civico di Palermo un operatore sanitario è stato colpito con un pugno in faccia. Una volta negato l'ingresso, il litigio, prima le urla e poi il colpo al volto sferrato alla presenza di un bimbo tenuto per mano dallo stesso. L'infermiere è stato portato al pronto soccorso. Qui i medici hanno refertato un trauma facciale. La polizia sta tentanto di risalire all'identità dell'aggressore. Lo dichiara il segretario generale della Cisl Fp Palermo Trapani, Lorenzo Geraci, che prosegue: "Si assiste a un'escalation di violenza nei confronti del personale che lavora nelle strutture ospedaliere cittadine".

Ennesima aggressione in un ospedale a Palermo. "È fondamentale che l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, attui le misure da lui annunciate per garantire la sicurezza negli ospedali e nei presidi sanitari locali". L'aggressione è avvenuta ieri sera.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE