Elena Santarelli: "Il tumore di mio figlio? Lo affronto con positività"

Brunilde Fioravanti
Mag 26, 2018

Genova - Da quel 30 novembre 2017 quando hanno saputo che il loro primogenito Giacomo era malato, affetto da un tumore , la vita di Elena Santarelli e di suo marito, l'ex calciatore Bernardo Corradi, è cambiata per sempre. Sto soffrendo ma mi rimbocco le maniche, faccio quello che devo fare e vado avanti. "Ormai in casa siamo in sei - aggiunge - io, Bernardo, Giacomo, Greta, il cagnolino Neve e il tumore". "Siamo un famiglia normale, con un problema da risolvere", ha aggiunto la modella, la quale si è dichiarata profondamente delusa e dispiaciuta per lo sciacallaggio mediatico di cui si è sentita vittima, dopo aver deciso di raccontare ai suoi ammiratori il grave problema di salute di suo figlio: "Ho deciso di scriverlo di getto, dai social mi è arrivato amore".

"All'inizio eravamo increduli. È la prova più difficile della mia vita", ha raccontato Elena a Verissimo (la puntata andrà in onda sabato 26 maggio, ndr). "Non mi sono mai chiesta perché questa cosa sia successa proprio a me, l'ho accettata". Le cure di Giacomo non sono ancora terminate ma siamo tutti super positivi perché stanno andando nel verso in cui dovrebbero andare.

Il piccolo Giacomo è attualmente in cura nel reparto oncologico dell'ospedale romano Bambino Gesù, dove quotidianamente riceve le visite di amici e parenti, anche del mondo dello spettacolo: da Alessia Marcuzzi a Paolo Bonolis, sono tantissimi i volti noti dello showbiz che si recano nella struttura ospedaliera per portare conforto e sorrisi ai piccoli ricoverati. "Molti definirebbero questa condizione una disgrazia, per me invece non lo è: è un'opportunità di fare questo passaggio della vita, a cui evidentemente eravamo destinati, e magari trarne anche dei benefici".

"Ci hanno consigliato di non nascondere la verità e di non lasciare irrisolte le sue domande" racconta a Verissimo la modella. È una battaglia che si può assolutamente vincere, ne sono convinta. "Tante mamme che vivono la stessa mia situazione mi hanno scritto e dato coraggio" ammette.

Elena è contenta che accanto a lei ci sia un marito presente. "Non ho mai trattato mio figlio come un malato - puntualizza quindi - e mi piace dirlo alle mamme che ci guardano da casa e che magari stanno vivendo una situazione simile alla nostra".

Un racconto della malattia graduale, dunque: Elena e Corrado sono partiti da una versione più leggera per arrivare poi a spiegare a Giacomo i fatti più nel dettaglio, pur utilizzando un linguaggio adatto ad un bambino di nove anni. "La psicologa mi ha detto di cercare di essere positiva, perché se il bambino vede la mamma allegra lo sarà anche lui" spiega la 36enne.

La Santarelli ha tenuto a precisare, nel corso della sua nuova ospitata-televisiva, di essersi rifiutata di ricorrere a cure alternative, che non fossero "la chemioterapia, la radioterapia, l'allegria della famiglia, e la positività della mamma e del bambino".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE