Ancona: positivo all’Hiv da 11 anni aveva rapporti non protetti, arrestato "untore"

Modesto Morganelli
Giugno 14, 2018

Per questo un uomo è stato arrestato ad Ancona nell'ambito dell'operazione denominata "contracted". Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 in questura. L'arresto del 36enne è scattato dopo la denuncia dell'attuale compagna, coetanea, che ha scoperto di avere contratto la malattia. La delicata indagine è stata condotta dalla Polizia di Stato di Ancona in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona. A quel punto la donna si rivolge alla Polizia. Le indagini - è stato spiegato - hanno inoltre accertato la sua malafede in quanto consapevole del suo stato di salute, quindi responsabile a titolo di dolo di non aver adottato le necessarie precauzioni per evitare il contagio alla o alle vittima, non rendendola edotta del suo stato di salute. L'arresto è stato eseguito dagli agenti della squadra mobile. L'uomo, trentatreenne di Roma, è stato condannato con l'accusa di aver infettato co il virus dell'Hiv almeno trenta partner, in un caso anche il figlio in grembo di una donna, e di averne esposte al rischio ventisette: Talluto infatti ha preteso di avere dei rapporti non protetti nonostante fosse a conoscenza della sieropositivà da oltre dieci anni. Le forze dell'ordine anche per tale ragione sono sulle tracce di probabili partner potenzialmente contagiati. Sono stati sottoposti a sequestro computer, tablet, telefonini e supporti informatici, visto che l'uomo utilizzava soprattutto "chat" per avere nuove frequentazioni.

La Polizia di Stato ha divulgato la foto e le generalità dell'untore di Ancona, ovvero del giovane che avrebbe contagiato diverse persone con il virus HIV tramite rapporti non protetti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE