Il Signore degli anelli: Amazon chiarisce i rumor su Peter Jackson

Brunilde Fioravanti
Giugno 14, 2018

Per questi ultimi, Amazon ha raggiunto un accordo con Warner Bros. e la Fondazione Tolkien con una clausola che prevede la realizzazione della serie TV entro due anni dall'inizio della produzione.

Del resto Il Signore degli Anelli è una saga che ormai non solo è entrata nell'immaginario collettivo anche dei non lettori proprio grazie al monumentale lavoro compiuto da Jackson a partire dal 2000, ma i personaggi sono così tanti e talmente tante anche le potenziali trame da narrare che sul grande schermo non hanno trovato "troppo tempo" per essere sviluppate, che vedere come i responsabili di Amazon abbiano in mente di "presentare" i personaggi che amiamo è intrigante, quantomeno.

"Sarà in produzione tra due anni, quindi la speranza è farla uscire nel 2021. Capisco che il mio nome sia potuto saltare fuori ma è un progetto che non mi riguarda". Per prima cosa, ci saranno personaggi familiari.

Si tratta di uno dei progetti più costosi per una piattaforma streaming, in questo caso Amazon. Salke ha fatto riferimento alla relazione tra Amazon e la tenuta di Tolkien come una "partnership": il patto che Amazon ha ottenuto gli dà accesso a quasi tutto il materiale della saga della Terra di Mezzo (anche se non al 100% di esso).

Peter Jackson al momento è impegnato con la sua prossima pellicola, da lui prodotta, Macchine Mortali. "Non abbiamo ancora capito esattamente cosa voglia fare, potrebbe dire che è coinvolto o non è coinvolto, siamo ancora in fase di trattativa con lui". Mi sono incontrata con tre o quattro diversi gruppi di sceneggiatori. Quando abbiamo diffuso l'annuncio, molti agenti hanno risposto, e sono venuti anche autori britannici. Ci sono molte parti in movimento con il suo coinvolgimento.

Si direbbe che le intenzioni ci siano tutte per realizzare un prodotto di alta qualità: se questo significasse dover attendere un anno in più, siamo disposti ad attendere... vero?

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE