Moto3, è morto il giovane Andreas Perez

Paola Ditto
Giugno 14, 2018

La morte di Andreas Perez viene commentata sul sito di Sky dal giornalista del settore Paolo Beltramo, che esordisce con "un altro", intendendo sportivo morto correndo sulle due ruote.

Un terribile incidente ha funestato il CEV, a Barcellona: durante la seconda gara della Moto3, il "mondialino" che costituisce la porta d'accesso al Motomondiale, il quattordicenne Andreas Peres è caduto ed è stato investito dal gruppo che sopraggiungeva. Ha concluso il 2017 al quarto posto nella classifica piloti prima di passare al Campionato Mondiale Junior Moto3. Ogni morte è dolorosa, ma quando a perdere la vita è un ragazzino di quattordici anni la tragedia lascia tutto il mondo del motociclismo attonito e vicino alla sua famiglia in questo momento così difficile. Per questo, dopo i primi soccorsi al centro medico del tracciato catalano, è stato trasferito in elicottero all'ospedale Sant Pau di Barcellona.

Il 14enne pilota spagnolo è morto una volta arrivato in ospedale a causa di una situazione critica e lesioni cerebrali molto gravi. Numerosi sono stati i messaggi di cordoglio arrivati tramite social per la famiglia di questa giovane promessa sportiva che proprio quest'anno aveva fatto il suo debutto in FIM CEV Repsol Moto3.

Infatti lo stesso Team Real Avintia (che ha poi ha comunicato il suo decesso) lo considerava uno dei più promettenti motociclisti spagnoli e non, con un futuro pieno di vittorie e trofei davanti a sé. Il motivo: la caduta che ha coinvolto diversi piloti tra i quali proprio lo sfortunato Andreas Perez.

Il comunicato stampa esprime il lutto per la perdita del giovane: "Abbiamo perso un grande pilota, ma soprattutto una grande persona e ci mancherà molto".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE