Frena il mercato dell'auto in Europa La Jeep raddoppia le vendite

Cornelia Mascio
Giugno 18, 2018

Frenata per il mercato dell'auto nel mese di maggio. Fca, nell'ultimo mese, ha venduto 110.120 unità che portano il gruppo italiano a chiudere con una crescita dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2017 ma vendendo calare la propria quota di mercato dal 7,7% al 7,6%. A pesare sulla situazione tedesca è soprattutto la campagna contro i veicoli diesel dove nei primi cinque mesi dell'anno il calo delle immatricolazioni di vetture diesel è stato del 21%. I dati sono dell'Acea, l'Associazione europea dei costruttori d'auto. Secondo il report mensile stilato dalla ACEA, infatti, le immatricolazioni sono cresciute dello 0.6% rispetto allo stesso mese del 2017. La sua quota di mercato scende dal 7,7% al 7,6%. Nel mese, registrazioni in aumento per Alfa Romeo (+12,2 per cento) e soprattutto per Jeep, le cui vendite sono piu' che raddoppiate: +101,3 per cento, nessun altro marchio registra una crescita cosi' elevata.

Positivi i risultati dei due brand nel progressivo annuo: +12,9 e +66,4 per cento rispettivamente.

FCA fa bene anche con le piccole, con Fiat 500 e Panda che dominano il segmento A: insieme detengono il 32,25% di quota. Continuano a crescere le vendite di Stelvio e Compass: la prima è stabilmente tra le dieci auto più vendute del suo segmento, la seconda è in forte e costante crescita.

Il nuovo piano industriale di Fiat Chrysler Automobiles, annunciato da Sergio Marchionne ad inizio mese, ha portato delle novità anche per quanto riguarda gli stabilimenti sparsi a livello globale. Nel periodo gennaio-maggio, ancora una volta ha fatto da locomotiva la Spagna (+10,6%), seguita dalla Francia (+3,5%) e della Germania (+2,6%), che hanno compensato i risultati negativi di Regno Unito (-6,8%) e Italia (-0,3%).

Fra i marchi più popolari in Europa, la Peugeot segna un +58%, dopo l'incorporazione di Opel (non inclusa nei dati 2016) con una quota al 16%, mentre la connazionale Renault segna un +6,4% con una quota in salita all'11,6%.

In maggio, nell'Europa dei 28 più le nazioni aderenti all'EFTA, Fiat Chrysler Automobiles immatricola *110.100 vetture, in lieve aumento (+0,2 per cento) *rispetto a un anno fa. I cali più importanti sono quelli di Nissan, che perde il 15,7%, BMW (-6,0%) e Daimler (-5,7%).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE