Tesla, l'accusa di Musk dopo gli incidenti: "C'è un sabotatore"

Cornelia Mascio
Giugno 19, 2018

Ritardi nella produzione, un veicolo in fiamme, licenziamenti e 5 mila auto da produrre entro giugno.

L'amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, di recente ha inviato una mail a tutti i componenti della compagnia, sostenendo che un dipendente è stato sorpreso mentre conduceva un "pericoloso tentativo di sabotaggio". A riportarlo l'emittente televisiva statunitense CNBC.

I punti su cui Tesla è stata più criticata negli ultimi mesi sono stati la messa in produzione della Model 3, che non è riuscita tenere il passo degli ordini, e gli incidenti, in alcuni casi mortali.

Speculatori di Wall Street che avevano puntato tutto sulle vendite allo scoperto di Tesla perdendo milioni di dollari e lobby petrolifere sono i principali candidati, secondo Musk, a essere i mandanti delle operazioni di sabotaggio. Ecco, secondo Elon Musk il colpevole potrebbe essere un dipendente a cui è stata negata una promozione e che per vendetta avrebbe manomesso i codici di alcuni prodotti e diffuso dati sensibili all'esterno.

Musk emails employees about 'extensive and damaging sabotage' from CNBC.

Nella mattinata, Musk ha inviato un'altra mail all'intera azienda, per avvertirli di "uno strano incidente", ovvero "un piccolo incidente" su una linea di produzione.

"Potrebbe - ha spiegato - essere solo un evento casuale, ma, come ha detto, Andy Grove, 'Solo i paranoici sopravvivono"'. Non ci sono stati feriti ma il problema ha interrotto la produzione per diverse ore. La berlina è la chiave degli sforzi della società per generare entrate necessarie a rimborsare e spingere lo sviluppo di altri veicoli elettrici.

Leggi anche: Quanto costa davvero la Tesla Model 3?

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE