Emicrania, in arrivo una nuova molecola per prevenirla e curarla

Modesto Morganelli
Giugno 20, 2018

Nella cura e nella prevenzione dell'emicrania sta per arrivare una vera e propria rivoluzione, grazie ai nuovi farmaci già approvati, ma che arriveranno prossimamente sul mercato italiano. Nel dettaglio il direttore del Dipartimento di Neuroscienze Asst dell'Ospedale Niguarda ha riferito che finora l'attenzione degli studiosi si è focalizzata sulla cura della crisi di emicrania e solo parzialmente sulla malattia. Il nuovo medicinale [VIDEO] si basa su un anticorpo monoclonale completamente umanizzato che, stando a quanto dichiarato da Agostoni, è in grado di interferire con il meccanismo che genera i fastidiosi mal di testa. In concreto si tratta di sottoporsi a un' iniezione ogni 2-3 mesi in un Centro Cefalee, per rimanere "coperti" lungo questo intervallo di tempo. Com' era ovvio, date le caratteristiche del trattamento, è stata spesa subito la parola "vaccino per il mal di testa".

L'emicrania - una malattia legata alla vasodilatazione che segue un'improvvisa costrizione dei vasi cerebrali e che causa crisi di mal di testa che vanno dalle 4 ore ai 3 giorni - si distingue in cronica ed episodica.

Emicrania, prevenzione malattia: ecco i nuovi farmaci/ ’Mal di testa’: come combattere ed evitare le crisi
Emicrania, un nuovo farmaco contro il dolore

Ad oggi, sono oltre un miliardo le persone che nel mondo soffrono di emicrania, la terza patologia per prevalenza e la sesta malattia più invalidante a livello mondiale.

Se n'è parlato, riferisce un lancio di Adn Kronos, al IX Congresso nazionale di Anircef, l'Associazione neurologica italiana per la ricerca sulle cefalee, dedicato al tema Le cefalee alla svolta verso il futuro, tenutosi nei giorni scorsi all'Università Statale di Milano, dove gli esperti hanno concordato sul fatto che, dopo quella del 1991, quando per la prima volta arrivarono sul mercato i farmaci specifici per gli attacchi di cefalea (i triptani), oggi si registra un'altra importante svolta nella terapia della diffusa patologia. Con i nuovi farmaci iniettivi trimestrali o mensili la situazione cambierà. L'emicrania può essere di tue tipi, cronica quando si manifesta per 15 giorni al mese, episodica quando invece insorge per un massimo di 14 giorni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE