Acqua San Benedetto ritirata dal mercato a causa degli idrocarburi

Cornelia Mascio
Giugno 21, 2018

Il Ministero della Salute informa che quel lotto contiene una "presenza consistente di contaminanti idrocarburici prevalenza xilene, trimetilbenzene, toluene, etilbenzene".

Continua l'attività del ministero della salute in tema di sicurezza alimentare.

Ritirato dal mercato un lottod'acqua San Benedetto, contaminato con idrocarburi. Il lotto interessato è solamente quello contrassegnato con la sigla 23LB8137E. A rilevarlo sono stati i campionamenti svolti su alcune bottigliette prese in un distributore automatico di bibite fredde: dalle analisi è emerso che quell'acqua non è conforme, perché i livelli di contaminanti idrocarburici aromatici sono troppo alti.

Se negli ultimi giorni avete comprato una di queste bottiglie, da mezzo litro, portatela al punto di vendita, in modo da avere diritto al rimborso della spesa o al cambio della confezione. Il lotto in questione, si legge in una nota del ministero, è il 23LB8137E di acqua minerale naturale a marchio 'San Benedetto' - Fonte Primavera, sorgente in comune di Popoli (PE) nel formato da 0,5 L PET Naturale, imbottigliato presso lo stabilimento Gran Guizza, con scadenza 16/11/2019. Viene inoltre precisato che tutti gli altri lotti sono sicuri.

La Società "sta collaborando con le Autorità competenti per l'accertamento delle eventuali cause e la risoluzione della problematica". San Benedetto ha comunque manifestato grande attenzione per la salute dei suoi consumatori spiegando di aver messo in atto tutte le possibile azioni a tutela degli stessi, a partire dal ritiro del prodotto, passando per la comunicazione alle autorità sanitarie di competenza e quindi alla verifica di tutte le opportune condizioni legate allo stoccaggio dei proprio prodotti.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE