Di Maio, in settimana stop vitalizi

Cornelia Mascio
Giugno 24, 2018

Non cita però esplicitamente il reddito cittadinanza, ma fa riferimento a misure per i bambini, le madri e i padri che non hanno un piatto da portare in tavola.

Si parla quindi di 4-5 milioni di cittadini e non di quei 9 milioni a cui sarebbe destinato il reddito di cittadinanza. "Vogliamo finalmente abolire le pensioni d'oro che per legge avranno un tetto di 4.000 / 5.000 euro per tutti quelli che non hanno versato una quota di contributi che dia diritto a un importo così alto", assicura. È vero, però, che gran parte delle pensioni, soprattutto quelle di fascia bassa, hanno un valore finanziario superiore del 20-25% rispetto ai contributi versati, situazione giustificabile dalla volata lunga per trasformare l'intero sistema pensionistico in contributivo e dalla longevità dei pensionati italiani.

Molteplici le reazioni del mondo politico al progetto di Luigi Di Maio: a cominciare dal segretario reggente Pd Maurizio Martina che su Twitter ha sottolineato: "Di Maio prende in giro gli italiani, rifaccia i conti".

Numerose le risposta al Di Maio, tra le quali quella di Tommaso Nannicini "Di Maio dice che dalle pensioni d'oro recupera un miliardo. Se gli va bene saranno al massimo 100 milioni".

Uno zero in meno. Quest'estate non ci sono i mondiali, ma presto avremo qualcosa da festeggiare: "la fine delle pensioni d'oro e l'inizio di un'Italia più giusta". "È una questione di giustizia sociale, dobbiamo ricominciare a mettere al centro alcuni segnali istituzionali, poi passeremo anche alle pensioni d'oro, che sopra i 5mila euro netti vanno tagliate se non hai versato i contributi", ha detto stamattina intervenendo al congresso della Uil. A tutti gli altri solo briciole. Sarà la politica a dare il buon esempio, assicura, con l'eliminazione dei vitalizi nei prossimi giorni alla Camera.

La proposta di Di Maio riprende parzialmente quanto già ipotizzato in fase di campagna elettorale sia dal Partito Democratico che da Forza Italia, ma per la manovra entrambi gli schieramenti prevedevano cifre importanti, da 1 a quattro miliardi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE