Fisco, sulle imprese gravano 101 miliardi di tasse all'anno

Cornelia Mascio
Giugno 25, 2018

A comunicarlo è l'ufficio studi del CGIA di Mestre.

Con i nostri principali competitor, invece l'Italia sconta dei differenziali molto preoccupanti; tutti presentano un sacrificio fiscale nettamente inferiore a quello nostrano.

Il prelievo fiscale sul gettito è sulle aziende tedesche del 12,3%, sulle spagnole dell'11,6%, sulle britanniche dell'11,4% e sulle francesi solo del 10,2%. "Ricordo, ad esempio, che il debito commerciale della nostra Pubblica amministrazione nei confronti dei propri fornitori è di 57 miliardi di euro, di cui una trentina ascrivibili ai ritardi nei pagamenti". Il peso economico dell'inefficienza burocratica della macchina pubblica sulle Pmi, invece, e' di 31 miliardi e il deficit infrastrutturale, sia materiale che immateriale, grava sul sistema produttivo per almeno 40 miliardi di euro -, dichiara il coordinatore dell'Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo.

Tutti elementi che complessivamente dovrebbero rappresentare una vera e propria priorità, se ci si pone l'obiettivo di rilanciare l'economia del Paese. Per questo è necessario intervenire quanto prima per abbassare le tasse, alleggerire l'oppressione burocratica, accelerare i pagamenti della Pubblica amministrazione e tornare ad investire. E questo anche perché, dopo due anni di ripresa, il rischio è che questa tenda ad affievolirsi visto che, purtroppo, anche per il 2018 le stime di crescita del PIL saranno ancora una volta più basse rispetto al resto dell'Ue.

In merito agli investimenti il Segretario della CGIA, Renato Mason, afferma: "Pur essendo uno strumento intelligente, il piano 4.0, fortemente voluto dall'ex ministro Calenda, è stato tarato sulle esigenze delle medie e delle grandi aziende".

E oltre al peso ad essere "inaccettabile" del fisco anche e sopratutto la sua "complessità" che scoraggia, per la Cgia, la libera iniziativa e la voglia di fare impresa cosa che rende "non più rinviabile" una riflessione sull' "assetto" della Magistratura giudiziaria.

Tornando al dato relativo al prelievo fiscale sulle imprese dei principali paesi Ue, l'Olanda per incidenza sul gettito totale è davanti all'Italia che a sua volta precede il Belgio. Ad ognuno di questi soggetti la Costituzione conferisce una funzione e non è ammessa alcuna sovrapposizione di ruoli. Un carico imponente tra imposte, tasse, tributi e contributi per la previdenza.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE