Grecia, accordo Eurogruppo: ok ad alleggerimento del debito

Cornelia Mascio
Giugno 25, 2018

Più delle sue controparti europee la Grecia è stata letteralmente messa in ginocchio dalla crisi finanziaria ed ha più volte richiesto l'intervento (e il denaro) delle sue colleghe europee per evitare di finire nel baratro.

Accordo raggiunto all'Eurogruppo, dopo circa otto ore di negoziato, sull'uscita della Grecia dal programma di aiuti che contiene, tra l'altro, misure per alleggerire il debito.

Come dicevamo, la Grecia torna quindi a respirare, anche se la Germania ha chiesto e ottenuto uno stretto monitoraggio per i prossimi 5 anni, una sorveglianza fino al 2022 come mai accaduto prima in Europa, nemmeno con Portogallo, Cipro e Irlanda. In questi otto anni, il Paese si è impegnato per uscire dal debito e per far ripartire un'economia non solo stagnante ma in profonda regressione.

Il premier greco Alexis Tsipras a Bruxelles il 14 dicembre 2017.

La Grecia ha ricevuto complessivamente 273 miliardi. Per il prossimo anno è prevista una crescita del +2.3%.

La troika quindi non scomparirà, ma sarà fisicamente ad Atene ogni tre mesi per controllare e valutare l'attuazione degli impegni del governo sia nelle politiche fiscali che in quelle di riforma. La Grecia ha ottenuto un ulteriore (e ultimo) prestito di 15 miliardi di euro.

In base all'accordo, il termine di pagamento dei 110 miliardi di euro ricevuti dal vecchio fondo salva-StatiLink esterno (Efsf) è posticipato di 10 anni, così come è esteso di 10 anni il 'periodo di grazia' (ovvero nel quale non scatteranno sanzioni di ritardo). "E' fondamentale che la Grecia si mantenga sul percorso delle riforme e di una politica di bilancio solida".

Dopo 8 anni di riforme - si legge nel comunicato diffuso a Lussemburgo al termine dell'Eurogruppo - l'economia greca è più forte.

Pierre Moscovici, il commissario europeo per gli affari economici e monetari, ha espresso entusiasmo per la decisione dell'Eurogruppo.

"Il problema del debito ellenico adesso è alle spalle", ha dichiarato il ministro francese Bruno Le Maire.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE