Cristiano Ronaldo-Juventus, i lavoratori FCA di Melzi scioperano

Brunilde Fioravanti
Luglio 12, 2018

Il caso dei dipendenti FIAT, ad esempio, fa pensare e soprattutto fa discutere: a Pomigliano d'Arco, in provincia di Napoli, sul muro dello stabilimento FCA, è stato affisso un manifesto più che polemico. "Noi siamo quelli che ti paghiamo", si legge ancora sul manifesto, affisso vicino all'ingresso 2 sul quale campeggia la foto di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus, e che, secondo i manifestanti sarà pagato con i soldi da destinare invece agli operai. CR7 è atteso per lunedì 16 luglio a Torino, mentre le cifre dell'accordo parlano, come noto, di un contratto di quattro anni a 30 milioni di euro a stagione, mentre il Real Madrid incasserà da tale operazione 105 milioni di euro, a cui vanno aggiunte le commissioni per l'agente del calciatore, Jorge Mendes, che lieviteranno l'esborso economico sino a raggiungere circa 150 milioni di euro. Braccia incrociate per due giorni (dalle ore 22 di domenica 15 luglio fino alle ore 6 di martedì 17 luglio 2018), perché "di fronte a tanta iniquità non si può che scioperare".

"Per Ronaldo 400 milioni". Un vero e proprio schiaffo a tutti quei lavoratori che sono costretti a sacrifici enormi per arrivare a fine mese: "Ci viene detto che il momento è difficile, che bisogna ricorrere agli ammortizzatori sociali in attesa del lancio di nuovi modelli che non arrivano mai - continua così il comunicato dell'Usb -".

"E mentre gli operai - continua il comunicato - e le loro famiglie stringono sempre più la cinghia la proprietà decide di investire su un'unica risorsa umana tantissimi soldi!" "Sappiamo che il tuo lavoro è fare il calciatore - scrivono in una missiva scritta insieme ad alcuni operai di altri stabilimenti del gruppo Fca - ma prima del lavoro e dei doveri che questo impone, in ogni uomo c'è prima di tutto la sua dignità". Ovviamente, si tratta di una fake news di pessimo gusto che, però, si basa soprattutto su un certo malcontento nel mondo operaio per questa operazione. "Gli operai Fiat hanno fatto la fortuna della proprietà per almeno tre generazioni, arricchiscono chiunque si muova intorno a questa società, e in cambio hanno ricevuto sempre e soltanto una vita di miseria". La proprietà dovrebbe investire in modelli auto che garantiscano il futuro di migliaia di persone piuttosto che arricchirne una soltanto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE