Elon Musk cerca di salvare i giovani intrappolati in Tailandia

Cornelia Mascio
Luglio 12, 2018

La corsa contro il tempo per salvare i ragazzi di una squadra di calcio e il loro allenatore imprigionati in una grotta in Thailandia, è arrivata alla fase cruciale.

L'offerta dell'imprenditore americano, Elon Musk, di portare fuori i ragazzi thailandesi ancora intrappolati nella grotta di Tham Luang attraverso un mini sommergibile costruito dalla sua azienda è stata "educatamente" declinata dal coordinatore dei soccorsi. Dopo il sospiro di sollievo per il ritrovamento del gruppo che era scomparso improvvisamente durante una passeggiata, adesso gli sforzi dei soccorritori sono concentrati sulle soluzioni per salvare la vita dei dodici giovani calciatori e del loro allenatore.

Ridotto il numero dei soccorritori, ma in 4 sempre con il gruppo - La mancanza di ossigeno e la stanchezza per l'estenuante percorso hanno ridotto il numero di soccorritori che fanno la spola con il punto nella grotta Tham Luang dove da due settimane sono bloccati i 12 ragazzi con il loro allenatore, ma almeno quattro persone sono sempre con il gruppo. "Credo che il governo thailandese abbia la situazione sotto controllo - ha cinguettato Musk - ma sono felice di dare una mano se c'è modo di farlo".

"Ingegneri di SpaceX e Boring Company sono partiti per la Thailandia e arriveranno domani per capire se possono essere d'aiuto al governo".

Ora tocca agli ingegneri mandati sul posto valutare la reale fattibilità del progetto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE